Un caso estremo di sfruttamento lavorativo

Giornalisti, “lavorare per meno di 5 euro lede la dignità personale”

Contributi pubblici soltanto agli editori che non sfruttano i giornalisti. E` una delle idee contenute nella legge sull`equo compenso, ferma in Parlamento. Intanto l`Ordine approva la “Carta di Firenze”, che prevede la sanzionabilità di redattori e direttori che permettono lo sfruttamento dei colleghi collaboratori. Compensi da fame e pensionati che continuano a lavorare. A ottobre sciopero di due giorni all`Unità.

Ti potrebbe interessare anche: